Gli investitori istituzionali riversano miliardi in società di asset digitali

“Crypto inverno” è un termine che viene spesso utilizzato nello spazio criptografico. Alcuni potrebbero non conoscere il significato esatto di questa frase, ma potrebbero dedurre una forte connotazione negativa solo dalle parole stesse. Ma si riferisce a un lungo e prolungato periodo di trading fiat che segue un crollo nel mercato delle criptovalute. Da qui, tutte le speculazioni che sono abbondate negli ultimi tempi dopo l’ultimo crollo.

La maggior parte degli investitori era rimasta diffidente nei confronti del mercato pensando che il temuto inverno delle criptovalute fosse finalmente arrivato. Tuttavia, sembra che nessuno abbia detto ai venture capitalist che l’inverno delle criptovalute era arrivato poiché avevano continuato a versare denaro in società focalizzate sullo spazio delle risorse digitali. Gli investimenti di questi VC sono ammontati a miliardi, suggerendo che non aderiscono alla scuola di pensiero secondo cui il periodo di basso slancio prolungato è arrivato.

I venture capitalist investono miliardi in società di criptovalute

Sono passati appena due mesi dall’anno 2022 e già i venture capitalist hanno lavorato sodo per cercare di scommettere sulla prossima grande cosa. Ciò ha portato a miliardi di dollari lanciati contro le società di criptovalute anche se l’anno è appena decollato. Quando si guarda a cosa stanno facendo gli investitori istituzionali, si tratta di raddoppiare i loro investimenti in società di asset digitali.

Investimenti
Investimenti

Un recente rapporto di Business Insider mostra che i venture capitalist sono ancora molto rialzisti sullo spazio crittografico. Invece di nascondersi e rifuggire dal mercato dopo il crollo, hanno spinto contro la narrativa. Aziende come FTX e Fireblocks hanno visto ciascuna centinaia di milioni di dollari lanciati contro società con valutazioni di miliardi di dollari.

Ciò indica il sentimento rialzista tra i grandi attori, nonostante l’incertezza che ancora offusca il quadro normativo in tutto lo spazio. Un pezzo che riguarda lo stratega FX, James Malcolm, che dice a Insider che “La mia preoccupazione specifica per il VC, tuttavia, sarebbe più concreta: che la maggior parte degli allocatori sottovaluta ampiamente i rischi normativi, in particolare per i progetti DeFi“.

2 miliardi di $ per le società di asset digitali

In totale finora nel 2022, i venture capitalist hanno versato circa 2 miliardi di dollari nel settore. Alcuni di questi sono entrati in società più piccole, ma la maggior parte era andata a grandi marchi già noti. Uno di questi era lo scambio FTX. L’exchange di criptovalute fondato tre anni fa è cresciuto rapidamente in così poco tempo e quest’anno ha raccolto altri $ 400 milioni con una valutazione di $ 32 miliardi.

Fireblocks ha anche visto un flusso di denaro significativo, del valore di $ 8 miliardi dopo aver raccolto $ 550 milioni. La società di criptovalute è uno dei maggiori beneficiari di finanziamenti finora quest’anno.

Un altro importante round di finanziamento è stato effettuato dal co-fondatore di Reddit Alexis Ohanian. La sua società di venture capital aveva raccolto 500 milioni di dollari, che intendeva utilizzare per investire in aziende nello spazio delle risorse digitali. Un’altra società di criptovalute Blockdaemon, che offre sicurezza blockchain di livello industriale, aveva raccolto 155 milioni di dollari. Insieme, tutti questi round di finanziamento in aziende grandi e piccole avevano spinto il totale a oltre $ 2 miliardi.

Per quanto riguarda il mercato delle criptovalute, sembra che i VC abbiano fatto bene a piantare la loro tenda con esso. Durante il fine settimana, ha fatto un’incredibile ripresa che ha visto bitcoin recuperare ancora una volta oltre $ 40.000, aggiungendo oltre $ 200 miliardi alla capitalizzazione di mercato.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Leave a Reply