La perdita di valore dei Bitcoin acquistati da Tesla nel 2021 supera i 100 milioni di dollari dopo il crollo dei prezzi

Tesla rimane una delle società per azioni con le più grandi partecipazioni di bitcoin al mondo. La casa automobilistica aveva acquistato bitcoin che è stato reso pubblico dal CEO Elon Musk in una conferenza. Da allora, l’azienda ha mantenuto la sua posizione nell’asset digitale, rivelando che non aveva intenzione di vendere le sue partecipazioni. Ciò ha tuttavia avuto un prezzo in quanto la criptovaluta ha subito vari arresti anomali e cali che hanno lasciato a Tesla una grande perdita di valore.

Tesla riporta una perdita di valore di 101 milioni di dollari

L’anno 2021 è stato senza dubbio un anno di montagne russe per i mercati finanziari. Ancora di più per gli investitori nei mercati delle criptovalute, poiché più rally rialzisti e successivi crolli hanno scosso lo spazio. Anche gli investitori istituzionali si erano accumulati nel mercato, rendendo nota la loro partecipazione e guadagnando milioni di dollari nel processo. Tuttavia, come si suol dire, “se non vendi, non perdi / vinci”.

Per Tesla, questo è stato il caso. Solo lo scorso anno la società aveva visto le sue partecipazioni quasi raddoppiare di valore quando bitcoin era salito al suo nuovo massimo a $ 69k. Successivamente, bitcoin aveva perso una buona fetta del suo valore, portando con sé il valore dei bitcoin di Tesla. In un recente rapporto con la SEC, il produttore di veicoli elettrici ha riportato circa 101 milioni di dollari di perdite di valore.

Tesla BTC
Tesla BTC

“Abbiamo registrato circa 101 milioni di dollari di perdite di valore derivanti dalle modifiche al valore contabile del nostro bitcoin e guadagni di 128 milioni di dollari su alcune nostre vendite di bitcoin”, si legge nel rapporto.

Ciò non significa che la società abbia perso $ 101 milioni. Dal momento che non hanno ancora venduto i loro bitcoin, questa è fondamentalmente una perdita non realizzata che Tesla sta segnalando. La società aveva precedentemente dichiarato di voler mantenere bitcoin nel suo bilancio a lungo termine e continua a farlo.

Ancora in profitto

Tesla detiene 48.000 bitcoin dal 2021. Il prezzo di ingresso per questo BTC è di $ 1,5 miliardi, al quale la società aveva acquistato tutte le sue partecipazioni. Dato che queste monete sono state acquistate a un prezzo molto più basso di quello per cui l’asset digitale è attualmente scambiato, Tesla rimane ancora in profitto per oltre $ 600 milioni, secondo i dati di CoinGecko.

Entro la fine dello scorso anno, quando la società aveva riportato la sua perdita di valore di $ 101 milioni, la società stava ancora registrando guadagni dalle sue partecipazioni, anche se in misura minore. Le sue partecipazioni in BTC avevano terminato l’anno a un valore di $ 1,99 miliardi, quasi $ 500 milioni in più rispetto a quello per cui avevano acquistato le monete. Inoltre, aveva anche guadagnato $ 128 milioni nelle vendite di bitcoin.

Sebbene stia ancora trattenendo il suo bitcoin, Tesla deve ancora ripristinare i pagamenti in bitcoin. La società ha dimostrato di essere ancora aperta ai pagamenti crittografici accettando la moneta meme Dogecoin come pagamento per la sua merce, ma deve ancora annunciare se riprenderà ad accettare pagamenti BTC per i suoi veicoli elettrici.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Leave a Reply